In queste settimane sto ricevendo tantissimi messaggi da parte di persone che:

– Non hanno mai voluto investire in un eCommerce

– Non si sono attrezzate in alcun modo prima d’ora per vendere anche online

– Non hanno un catalogo digitalizzato

– Hanno un eCommerce e non si sono mai impegnate a farlo funzionare

Qual è la domanda che mi fanno più spesso, in quanto Consulente Marketing?

<<Elena, come faccio a vendere subito online?>>

 

Vorrei comprimere in questo articolo migliaia e migliaia di parole, ma mi è logisticamente impossibile, sia per il contesto (un articolo di blog) che per il periodo, di intenso lavoro.

Tuttavia, ho voluto comprimere in poche righe quello che è il mio pensiero di Consulente Marketing ⬇️

Per chi fino al 28/02, alla ricezione di un messaggio su Messenger per esempio, rispondeva “ci chiami al numero…”, oppure “passi in negozio che vede i modelli”, NON È POSSIBILE adesso, ingranare con l’eCommerce.

È possibile sicuramente fare sì che grazie alle consegne a domicilio, qualche già cliente acquisti.

Ma questo non è fare eCommerce.

Il mio consiglio è quello di impiegare questo tempo per:

  • Studiare le basi del Customer Care online (trave portante dell’eCommerce) PRIMA di spendere un solo euro in Marketing
  • Studiare procedure che rendano fattibile e sostenibile il business: tariffe, cataloghi, servizio chat, pagamenti online
  • Adattare il tutto al periodo: regolarizzazione, precauzioni igienico-sanitarie, no scambi di denaro contante
  • DOPO, iniziare ad investire in pubblicità Facebook, nel giusto modo, con post decenti (vista la competitività del periodo), sensati, pensati per il target e non per ciò che l’imprenditore pensa sia interessante
  • CONTEMPORANEAMENTE, organizzarsi per fare eCommerce seriamente, a partire dal termine della quarantena, facendo della vendita online un vero e proprio ramo d’azienda e, risorse economiche permettendo, uno strumento di acquisizione clienti anche fuori zona

Ma da dove iniziare?

Abbiamo parlato di due strade, entrambe da percorrere:

1. Vendere subito a chi è già cliente, per fare cassa

2. Organizzarsi per il Post-Virus, quando tornerà la normalità, ma sarà profondamente diversa

A seguire alcune dritte, prevalentemente incentrate sul medio termine, per ottimizzare gli sforzi e raggiungere più velocemente gli obbiettivi.

Prima di iniziare ad investire tempo e denaro per digitalizzare i tuoi processi, è bene che faccia un’accurata pianificazione, che potrai strutturare con il tuo Consulente Marketing, ponendoti alcune domande:

• Cos’è che funziona (si vende) maggiormente, in negozio / ristorante / ufficio, dei miei prodotti?

• Sono gli stessi che si venderebbero di più online?

• Perché i clienti scelgono me? Cosa ho realmente fatto per farli innamorare di me?

• Tra i miei prodotti, cosa si può spedire e cosa non converrebbe?

• Quali sono i rischi di non commercializzare online i prodotti logisticamente complessi o che perderebbero qualità? Questi rischi sono realmente importanti?

• Qual è il miglior modo per vendere online partendo da ciò che ho già, cioè i miei “già clienti”?

• Sono sicuro di avere il prodotto che il mio pubblico dell’online vuole?

• Come mi differenzio tra gli altri che vendono online?

• Posso sfruttare l’online per svendere il magazzino che mi sta costando soldi e logistica?

• I miei social sono pronti per essere (inevitabilmente) visti da un nuovo pubblico? Come apparirei ai loro occhi?

• Qual è il piano per riprenderti le persone che al momento stanno acquistando altrove i tuoi prodotti?

• Qual è il piano per attirare a te i tuoi clienti che hanno compreso in quarantena che si può fare a meno del tuo prodotto? E magari, risparmiare del denaro?

Ti consiglio di guardarti allo specchio e rispondere sinceramente ad ogni domanda, usando l’esito come punto di (ri)partenza.