In questa categoria racchiuderò gli articoli inerenti il Marketing in generale, ed informazioni su come questa professione sia evoluta nel resto del mondo (o comunque in vaste aree).

Ti ricordo che questo mio blog non ha scopi didattici, ma costituisce solamente una serie di informazioni da fornirti prima di conoscerci personalmente.

Casi di successo: la storia di Lasergraf

Lasergraf è un’azienda di Sestu (CA), di proprietà della sig.ra Adriana, che venne da noi a novembre 2016 per “rifare" il suo sito, poiché il suo era oramai obsoleto, impossibile da utilizzare da smartphone, e con contenuti pieni di ovvietà. Per intenderci, il vecchio sito di Lasergraf era fatto di: - “La nostra azienda da 20 anni fa questo” - “Nata dalla sapienza del padre maestro di questo” - “Solo da noi trovi questo” Partendo dal presupposto che Lasergraf è un laboratorio di incisioni laser, oltre che fare stampe tipografiche, offset, piccoli e grandi formati, personalizzazione di gadget, etc.. Insomma, una piccola/media impresa come tutte. Di solito, in web agency, entrano 2 tipi di clienti: Quello che vuole “un

2017-08-13T10:15:14+02:0012 Agosto 2017|

L’importanza della creatività

Ci sono due scuole di pensiero, che riguardano la creatività. La prima è colpevole di aver reso nota l’idea che la creatività sia la chiave del successo delle campagne di marketing. Anche i piccoli imprenditori, contattano i consulenti di marketing e chiedono “pubblicità creative” come cura ad un problema che nemmeno loro stessi sono riusciti ad identificare. La moda dei creativi è esplosa in Sardegna fra il 2008 ed il 2014, ed è nata dall’esigenza di trovare una professione “col computer” senza avere qualifiche specifiche. I primi creativi erano infatti i grafici, poi hanno trovato posto anche i “free lance” puramente creativi, che percepivano un salario per creare “le creatività”, ovvero i messaggi da inserire su volantini, brochure, locandine,

2017-08-13T10:13:07+02:0012 Agosto 2017|

I 6 profili psicologici delle aziende su Facebook

Più di 8 volte su 10, le persone falliscono nel tentativo di portare con efficacia la loro azienda online. E’ un dato da panico, se si pensa che in America, o più vicino in Gran Bretagna, anche i tabaccai trovano in Facebook una miniera d’oro. Questo articolo, benché sia strutturato in modo da far sorridere, racchiude una pessima realtà, ed è meglio che tu lo legga con attenzione. E se ti rispecchi in uno o più di questi punti, quel che devi fare è cancellare tutti gli errori fatti e ripulire la tua azienda dal fango che le hai lanciato sopra. Ho raccolto nel tempo una serie di pubblicazioni Facebook cancerogene per le aziende, e te le ripropongo in questo

2017-08-13T10:15:23+02:0012 Agosto 2017|

Una riflessione sul 2017

Sono trascorsi 7 anni circa dall’inizio della mia attività professionale nel marketing. Dopo quattro anni di gavetta presso quella che, allora, era l’azienda leader in Sardegna nel settore pubblicitario offline, a quei tempi il servizio d’elité della pubblicità: affissioni, volantinaggio e cartellonistica. Prima ancora di compiere vent’anni, compilavo report per i direttori di filiale di diversi Franchising ed Ipermercati. Il lavoro che mi appassionava, mi pagava gli studi più costosi in Italia in quegli anni: un Master in Marketing e Comunicazione all’Istituto Europeo di Design, ed una decina di altre certificazioni ed attestati in un percorso di studi iniziato con la Psicologia e non ancora terminato. La differenza, secondo me, fra le aziende che nel 2017 riescono ancora ad affermarsi

2017-08-13T10:15:16+02:002 Gennaio 2017|